C6 H8 06

Un’ aspirina che si scioglie in un bicchiere d’acqua. Il lavoro mette a confronto, in modo anche ironico, micro e macro, due dimensioni spaziali apparentemente distanti, una quotidiana e l’altra cosmica.